Maxi truffa lucana sulle polizze auto

truffa assicurazioneRisalgono a due mesi fa le prime notizie sulla maxi truffa lucana ai danni delle polizze auto, un vero e proprio “esercito” tra agenti assicurativi e proprietari di concessionari che hanno lucrato ai danni di diverse compagnie assicurative.

Ai fini della lotta dei consumatori contro le compagnie assicurative questo è davvero un brutto colpo perché da sempre le compagnie denunciano truffe del genere come aggravanti che generano i prezzi alti delle polizze della responsabilità civile per le auto.

Le “menti” di tutta l’operazione sarebbero un agente della Compagnia Assicurativa Navale di Lagonegro, e un amministratore di una concessionaria con sede a Venafro in provincia di Isernia.

Queste due persone, come detto, sarebbero le menti, ma nel mirino delle indagini sono finite anche altri agenti di compagnie assicurative con agenti di Potenza, Polla e Nogara, nonché altre concessionarie sparse sul territorio lucano; in tutto, per i fatti che risalgono agli anni 2006-2007, risulterebbero indagate ben 212 persone.

La truffa era semplice e ben ordita, queste persone mentivano sulla proprietà dei veicoli per assicurarsi delle polizze migliori, infatti le auto da assicurare risultavano appartenenti a concessionarie con sede in Molise o Basilicata mentre i reali acquirenti avevano residenza in Campania, regione nella quale l’RC auto ha delle tariffe più alte.

Per aggirare queste tariffe tali persone allegavano documentazioni false attestando che la proprietà dei veicoli in questione fosse della Car Club Srl (Molise) o della Internationale Car Motion (Basilicata), ottenendo con questi documenti dei notevoli vantaggi sulle polizze.

L’inchiesta è ovviamente ancora in corso presso il Tribunale di Potenza.

Vota

Author: Amministratore