Come proteggere la propria casa dai ladri

Alla fine del 2018 e nei primi mesi del 2019, per la prima volta, si è registrato un forte calo dei furti a danno delle abitazioni nella nostra Penisola. Secondo quanto riportato dagli esperti, ciò sarebbe dovuto ad un aumento delle richieste del porto d’armi da parte degli italiani, soprattutto per fucili e pistole ad uso sportivo.

Tuttavia, come ben sappiamo, un’arma, anche un’arma ad uso sportivo, può essere molto pericolosa, soprattutto nel caso in cui nella stessa abitazione vivano dei bambini. I bambini infatti, per loro natura, tendono a curiosare ovunque, a mettere le mani dappertutto e ad infilare in bocca qualsiasi cosa, pensando che si tratti di un giocattolo e che non possa far loro del male.

Certo, non ne hanno colpa e dopotutto è il loro modo di esplorare e di scoprire il mondo, ma come ci insegna l’esempio degli Stati Uniti, dove c’è una media di un’arma a famiglia, il rischio è sempre dietro l’angolo. Incidenti, pallottole sparate contro gli animali o i propri famigliari, morti improvvise, sono solo alcune delle notizie che si possono leggere quotidianamente sui giornali americani.

Come proteggersi quindi dai ladri o dalle irruzioni di estranei in casa senza correre il rischio di mettere a repentaglio la vita dei più piccoli e di chiedere il porto d’armi? Ecco qualche consiglio utile.

Rafforza le tue difese

Anche se da fuori possono dare l’impressione di essere chiusi in un carcere, le inferriate alle finestre sono considerate ancora oggi uno dei migliori metodi per proteggersi dai ladri. Molti padroni di casa le ritengono piuttosto antiquate, ma in realtà basta solamente la loro vista per scoraggiare qualsiasi malintenzionato, anche il più capace. Questo perché i ladri, proprio perché devono agire in poco tempo (quindi mentre il padrone è fuori casa), preferiscono le strade più agevoli e prive di ostacoli.

Ovviamente ciò non renderà la tua casa inviolabile al 100%, ma perlomeno diminuirai di molto il rischio che una persona estranea si intrufoli tra le tue mura domestiche mentre sei assente. Inoltre, se hai uno o più figli, le inferriate, oltre a proteggerti dai ladri, impediscono ai bambini piccoli di scavalcare il davanzale delle finestre e li proteggono anche dal rischio di fare brutte cadute, che in alcuni casi possono risultare fatali.

Un’altra difesa eccellente contro i ladri, insieme alle inferriate e agli antifurto elettronici, sono le porte blindate: queste porte, a differenza di quelle tradizionali, sono dotate di caratteristiche antiscasso o possono essere aperte soltanto dall’interno, pertanto risultano molto difficili da manomettere.

Non coprire alcun dettaglio

Pochi lo sanno, ma i ladri tendono ad evitare le case che sono visibili da ogni angolo della strada. Questo perché non solo per loro diventa più rischioso essere intravisti e scoperti, ma anche perché in caso di innesco dell’allarme antifurto, per la polizia è molto più facile identificare il posto e intervenire per tempo.

Elimina quindi tutti i cespugli e gli alberi che possono coprire la tua casa, soprattutto quelli che si trovano davanti alla tua porta principale. Meglio sopportare qualche sbirciatina in più da parte dei vicini che ritrovarsi un giorno a dover fare i conti con un furto e con la scomparsa di quel ricordo di famiglia che ti hanno lasciato i nonni o i genitori.

Chiudi tutto e inserisci l’antifurto

Prima di lasciare la tua casa, anche soltanto per mezz’ora, ricordati di inserire l’antifurto, di chiudere tutte le porte a chiave e di bloccare le finestre. Non dimenticare di fare lo stesso con il garage: anche se questo tipo di furto è più raro in Italia, alcuni ladri, dopo aver trovato chiusa la casa, hanno pensato bene di rubare l’auto del proprietario dal garageper non andarsene a mani vuote!

Non scrivere sui social che ti assenti da casa

I social network possono essere utili per ritrovare vecchi amici o per farsene di nuovi, ma se parti per le vacanze, non scrivere mai che ti assenti per un po’ di giorni. Molti malintenzionati infatti, per scoprire se una persona abbia lasciato o meno la propria casa, hanno iniziato a controllare Facebook e gli altri social network in modo sempre più attento.

Basta un post innocente, del tipo “Parto per le vacanze, ci vediamo tra X giorni”, per spingere qualsiasi ladro a fare visita alla tua casa.

Fai amicizia con i vicini

Nei paesi piccoli, come anche nelle case e nei palazzi delle grandi città, le persone bene o male si conoscono tutte. E, anche se a volte possono risultare un po’ snervanti, i vicini possono rivelarsi un aiuto molto prezioso.

Questo non solo perché possono avvisare tempestivamente la polizia nel caso in cui vedano degli intrusi o sentano dei rumori strani all’interno della tua casa o del tuo appartamento, ma anche perché possono darti una mano (ad esempio affidando a loro la chiave della tua abitazione) anche mentre sei via.

Inutile dire che la cosa, sia nell’uno sia nell’altro caso, tornerà a tuo vantaggio.

Come proteggere la propria casa dai ladri
5 (100%) 1 vote[s]

Author: Redazione