L’Aci propone l’abolizione del codice della strada

Abolizione codice della strada Aci

Tempo di elezioni, tempo di provocazioni.
Calza proprio a pennello questa definizione per una proposta shock che l’ACI ha diffuso proprio pochi giorni fa.

Eliminare il Codice della Strada.

Questo il titolone comparso un po’ ovunque ma chiariamo subito a quelli un po’ più scapestrati e refrattari alle regole che la proposta non è proprio quella che immaginate. Sarebbe impossibile infatti poter vivere in un mondo dove l’anarchia stradale regna sovrana.

L’idea invece è molto più sensata, almeno in apparenza, di quello che la sua diffusione abbia voluto far capire.

In sintesi, la soluzione sarebbe quella di passare dal Codice della Strada al Codice dei Conducenti e di ridurre a 50 articoli l’intero malloppo che ad oggi ne conta ben 245 (senza considerare il regolamento di attuazione che arriva a 408!).

Una proposta innovativa e decisamente sprint, ma anche vicina a tutti coloro i quali, soprattutto i giovani, non hanno voglia di insinuarsi nei meandri di un codice eccessivamente arzigogolato e frondoso.

Questa non è che la prima delle proposte con cui l’ACI ha deciso di stupire cittadini e politici.
Tra le varie appare interessante anche quella della Patente a Livelli, un po’ come succede in ambito motociclistico, e quella dell’esclusione degli introiti delle multe dal Patto di Stabilità.

Non resta che attendere i risultati delle prossime elezioni e vedere come i nuovi governatori accoglieranno queste proposte.

Vota


Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi